Logo Liceo XXV Aprile XXV Aprile

Liceo Classico, Scientifico e Musicale
Via Martiri della Libertà, 13 30026 (Portogruaro) • Tel. +39 042172477 • Fax: +39 0421 71507
Email: vepc050007@istruzione.it • PEC: vepc050007@pec.istruzione.it
Stage presso il CERN di Ginevra 2019

Per il secondo anno consecutivo, il nostro istituto ha selezionato uno studente  che è stata accettato dal CERN di Ginevra per uno stage, della durata di cinque giorni, durante la terza settimana di maggio. L'esperienza è stata estremamente interessante e di grande ispirazione per il nostro alunno, Tiziano Pauletto della 5A Scienze Applicate. Ecco una sua personale considerazione:

 

Il CERN è una parte di mondo in cui sembra che il tempo scorra più velocemente rispetto al resto del pianeta, e in cui si ha la sensazione di trovarsi già nel futuro; non tanto per gli edifici e per gli ambienti -molto ordinari e essenziali-, ma per i rapporti che ci sono tra le persone: è ben visibile la stima reciproca tra tutti gli addetti ai lavori del CERN e al contempo la loro umiltà; hanno tutti ben presente che nonostante siano arrivati a quel punto hanno ancora molto da imparare. Una realtà ben diversa rispetto a quella che siamo abituati a sperimentare quotidianamente, e che dovremmo cercare di replicare il più possibile.

Il CERN è luogo di record straordinari: la più grande apparecchiatura mai costruita nella storia, l’acceleratore di particelle più grande e più potente mai esistito, e la lista va avanti. Tutto ciò un singolo Paese non sarebbe mai stato in grado di farlo, è stato bensì il risultato di una collaborazione tra 23 Stati, ed è l’ennesima prova che la cooperazione internazionale, quando funziona, porta a degli ottimi risultati.

Ma durante questa mia esperienza è stato ben visibile che questi macchinari straordinari vengono progettati e costruiti da persone straordinariamente umane, quasi ordinarie, solamente con una grande passione per quello su cui stanno lavorando, e ciò deve essere una motivazione per tutti noi, per dare sempre il meglio ed impegnarsi il più possibile in quello che facciamo, al di là delle inevitabili incertezze che ci affliggono ogni giorno. Al CERN le difficoltà spesso non vengono viste come semplici scocciature, anzi, vengono considerate come delle sfide da cogliere e come delle ottime occasioni per poter trovare soluzioni creative e intelligenti. Probabilmente è un’attitudine da applicare un po’ in generale nella vita, da provare.

Forse l’insegnamento più importante che mi sono portato viene dalla tutor, che per tutto lo stage ha insistito sull’importanza di fare domande e di comprendere veramente a fondo il funzionamento delle cose.

E’ solamente attraverso il dubitare delle nostre convinzioni più sicure ed il continuare a fare domande, a noi stessi ed agli altri, che si sviluppa un vero progresso.

 

Tiziano Pauletto

 

Stage 2018

 

 


Pubblicata il 20 maggio 2019

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.