Logo Liceo XXV Aprile XXV Aprile

Liceo Classico, Scientifico e Musicale
Via Martiri della Libertà, 13 30026 (Portogruaro) • Tel. +39 042172477 • Fax: +39 0421 71507
Email: vepc050007@istruzione.it • PEC: vepc050007@pec.istruzione.it

REGOLAMENTO INTERNO D’ISTITUTO

La scuola, come luogo d’esperienze comuni e di formazione culturale e civile, richiede da parte di tutte le sue componenti l’osservanza delle norme, che regolano una positiva convivenza e che favoriscono un ordinato svolgimento dei vari momenti della vita scolastica.

          Le indicazione che seguono riguardano alcuni degli ambiti della vita scolastica degli allievi; esse saranno punto di riferimento per Docenti, Non Docenti, Famiglie e Allievi.

          La frequenza assidua e la partecipazione attiva alla vita della scuola sono elementi positivi, che concorrono alla valutazione del profitto dell’allievo, in sede di scrutinio finale.

          Per tutto quanto non espressamente previsto e dichiarato, si fa riferimento alla normativa attualmente in vigore e ai seguenti documenti

  • Statuto delle Studentesse e degli Studenti;
  • Piano dell’Offerta Formativa;

di cui il Regolamento Interno d’Istituto è parte integrante.

 

  • Libretto personale

Ogni allievo, all’inizio dell’Anno Scolastico, riceverà un libretto personale, per la giustificazione delle assenze e dei ritardi, per le comunicazioni tra Scuola e Famiglia, per la richiesta di entrata ritardata o di uscita anticipata.

Il libretto sarà ritirato da un genitore (o da chi ne fa le veci), che verrà a depositare la propria firma sull’apposita pagina, alla presenza di personale della Scuola opportunamente delegato.

In via transitoria, fino alla consegna del libretto personale, le richieste di giustificazioni per eventuali assenze e/o ritardi, firmate dai genitori, vanno indirizzate al Dirigente Scolastico, in carta semplice. 

 

  • Assenze

La giustificazione delle assenze degli allievi, a meno che non siano maggiorenni, è di esclusiva competenza dei genitori.

Le assenze della durata inferiore ai 4 giorni saranno giustificate in classe dal docente in servizio alla prima ora.

Le assenze della durata di 4 o 5 giorni saranno giustificate dal docente Coordinatore di Classe o, in caso di assenza di questi, dal Dirigente Scolastico o dal Collaboratore Vicario.

Le assenze della durata superiore a 5 giorni saranno giustificate dal Dirigente Scolastico o da un suo delegato.

Le assenze dovute a motivi di salute, se di durata superiore a 5 giorni, saranno giustificate dal Dirigente Scolastico o da un suo delegato, previa presentazione di certificato medico.

Il docente Coordinatore di Classe prenderà visione settimanalmente delle assenze degli allievi, concordando con il Dirigente Scolastico le eventuali verifiche con le famiglie. 

 

  • Assenze e giustificazioni nel Liceo musicale

Considerata la particolare strutturazione del Liceo musicale, è opportuno impartire le seguenti istruzioni per la registrazione  delle assenze e dei permessi.

 

  1. Allievi che escono da scuola al termine delle lezioni antimeridiane
  2. L’alunno assente alle lezioni antimeridiane potrà essere ammesso a quelle pomeridiane (strumento, musica d'insieme, ecc.) e registrato come presente a lezione previa giustificazione dell'assenza della mattina (nel libretto, a fianco del giorno dell'assenza si aggiungerà AM, che sta per "antimeridiano").
  3. L’allievo presente alle lezioni antimeridiane e assente a quelle pomeridiane dovrà giustificare l’assenza il giorno successivo (nel libretto, a fianco del giorno dell'assenza si aggiungerà PM, per "pomeridiano").

 

  1. Allievi che hanno richiesto la permanenza a scuola al termine dell'orario antimeridiano
  2. L'assenza alle lezioni antimeridiane e la presenza a quelle pomeridiane sarà possibile alle condizioni elencate al punto 1.A
  3. L'uscita da scuola prima dell'effettuazione delle lezioni pomeridiane sarà autorizzata previa richiesta della famiglia tramite il libretto ("uscita anticipata").

 

  • Ritardi 

Non sono di norma ammessi ritardi: sono tuttavia giustificabili ritardi non abituali indipendenti dalla volontà degli allievi, dovuti all’uso di mezzi pubblici di trasporto: essi dovranno essere registrati dai docenti della prima ora di lezione. L’ingresso posticipato alla seconda ora di lezione, dovuto a imprevisti, sarà autorizzato dal docente presente in classe. L’ammissione alle lezioni sarà annotata sul Giornale di Classe a cura del docente. In caso di ritardi reiterati, il coordinatore né darà segnalazione al Dirigente scolastico. In caso di ritardi ripetuti non dovuti a causa di forza maggiore comporteranno lo studente incorrerà nelle sanzioni disciplinari previste.

In casi eccezionali, qualora ne sia stata certificata la necessità, gli allievi possono ottenere un permesso annuale di entrata lievemente posticipata per motivi di trasporto.

 

  • Uscite anticipate

Le uscite anticipate, non oltre un’ora prima del termine delle lezioni, devono essere considerate eccezionali e motivate da ragioni ineludibili.

Per gli studenti minorenni l’uscita sarà autorizzata dal Dirigente Scolastico o da un suo delegato previa consegna del libretto all’inizio della giornata. L’uscita sarà permessa solo in presenza dei genitori o di loro delegato. Il docente della quinta ora annoterà l’uscita nel registro di classe.

Per le richieste di uscita anticipata degli studenti maggiorenni, il Dirigente Scolastico si riserverà di valutarne i motivi, in relazione anche al suo eventuale ripetersi.

Non sono ammesse, salvo casi eccezionali, entrate alla terza ora e uscite alla quarta ora. In ogni caso i permessi saranno firmati dal Dirigente Scolastico solo in presenza del genitore.

Senza autorizzazione non è consentito lasciare la Scuola, prima del termine delle lezioni.

Le richieste scritte vanno in ogni caso presentate all’inizio della prima ora e consegnate al personale addetto a questo compito (Collaboratore Scolastico del piano) e saranno annotate sul Giornale di Classe da parte del docente.

 

  • Permessi di uscita anticipata dalla Scuola per tutto l’anno scolastico, nell’ultima ora di lezione, per motivi di trasporto 

Questi permessi saranno concessi dal Dirigente Scolastico, sulla base di specifica domanda da parte dei genitori e dopo attenta valutazione degli orari e della frequenza dei mezzi di trasporto pubblico, al fine di evitare l’uscita di consistente parte della classe o l’indebita interruzione della lezione.

 

  • Uscite dalla classe durante l’orario giornaliero di lezione 

I docenti non autorizzeranno uscite dalla classe durante la prima e la quarta ora di lezione, fatti salvi eventuali casi eccezionali.

Durante le altre ore, l’uscita sarà autorizzata dal docente, dovrà essere breve e limitata  ad un allievo per volta. Durante il cambio dell’ora, gli allievi non sono autorizzati a  uscire dalla classe.

 

  • Spostamenti tra le varie sedi e la palestra

Poiché l’ubicazione delle classi è dislocata in diversi plessi e la palestra ha sede distante dai plessi stessi, gli spostamenti da una sede all’altra saranno frequenti e, pertanto, dovranno svolgersi in modo ordinato, sempre con accompagnamento di personale della Scuola .

L’ingresso alla sede centrale della Scuola avverrà dal portone che dà sull’atrio.

Queste norme valgono per tutti gli allievi, anche se maggiorenni.

 

  • Parcheggi di motorini e di biciclette 

Vanno utilizzati gli appositi spazi destinati a parcheggi di motorini e di biciclette (Spazio recintato tra le Scuole Elementari e la Torre di San Gottardo, rastrelliere per le biciclette collocate di fronte alla sede centrale e tra i due edifici della “Nievo”, spazi appositi per ciclomotori in Via Martiri).

 

  • Utilizzo dei distributori di bibite, panini, ecc.

È consentito l’accesso ai distributori solo durante l’intervallo o nei momenti precedenti l’inizio della prima ora di lezione. Nessun allievo è autorizzato ad usufruire di questo servizio durante le ore di lezione o tra un’ora e l’altra. Il personale docente e i collaboratori scolastici vigileranno sul rispetto di questa norma.

 

  • Cellulari

In riferimento all’utilizzo di telefoni cellulari o di altri dispositivi elettronici nelle comunità scolastiche fa fede la Direttiva n.104 del 30.11.2007 del Ministro della Pubblica istruzione Giuseppe Fioroni, che impone il divieto di utilizzo del cellulare durante le ore di lezione; tale disposizione risponde ad una generale norma di correttezza che, peraltro, trova una sua codificazione formale nei doveri indicati nello Statuto delle studentesse e degli studenti, di cui al D.P.R. 24 giugno 1998, n. 249.

 

  • Fumo in ambienti pubblici

Sarà rigorosamente fatta osservare la normativa in atto vigente sul divieto di fumo in luoghi pubblici, con l’applicazione di sanzioni di norma previste a carico dei  contravventori.

Tale divieto è esteso agli allievi, a tutto il personale della scuola, ed anche a eventuali occasionali frequentatori.

 

  • Ambienti e attrezzature scolastiche     

Gli allievi sono tenuti a comportarsi correttamente, mantenendo ordinata l’aula loro assegnata, puliti i banchi, evitando atteggiamenti di noncuranza nei confronti delle attrezzature della Scuola.

La Scuola si riserva di chiedere il risarcimento di eventuali danni.

 

 ¨     Agli allievi, anche se maggiorenni, non è consentito ricevere visite da estranei nei vari momenti della permanenza a Scuola, compreso il periodo dell’intervallo.

 ¨     Deve essere cura dello studente portare il materiale scolastico personale  (libri, quaderni, vocabolari, ecc.), evitando di farseli recapitare durante l’orario scolastico.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.